Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)Español(Spanish Formal International)
             | 
  • perchè è gratuito
  • perchè puoi partecipare al forum
  • perchè puoi interagire con i tuoi commenti
  • per essere costantemente aggiornato
  • per conoscere e comunicare con gli altri utenti

Mostra articoli per tag: cetologia

I delfini di fiume, presenti nei grandi corsi d'acqua fangosi dell'Asia e del Sudamerica, sono tra i vertebrati più rari e minacciati del pianeta. Recentemente la descrizione di una nuova specie nella foresta amazzonica ha destato molto scalpore, ma le bizzarie e le soprese in quello che è lo scrigno della biodiversità potrebbero non essere ancora finite.

Amphiptera pacifica: specie sconosciuta o caso teratologico? Clicca per saperne di più.

Il 4 settembre 1867 il naturalista italiano Enrico Hillyer Giglioli (che in seguito sarebbe divenuto direttore del Museo Reale di Zoologia di Firenze), mentre si trovava a bordo del veliero Magenta come membro di una spedizione scientifica attorno al mondo, osservò un singolarissimo cetaceo durante il tratto di navigazione tra il Perù e il Cile:

Il tasmaceto (Tasmacetus shepherdi) è uno dei cetacei meno conosciuti, del quale sono stati registrati solo sporadici avvistamenti e diversi spiaggiamenti di animali già parzialmente decomposti, tanto che, sino ad oggi, si conosceva molto poco persino del suo aspetto. Questo cetaceo, che da adulto raggiunge circa 7 metri di lunghezza, è l'unico zifide conosciuto  a possedere un'intera serie di denti funzionali su mandibola e mascella, per entrambi i sessi.

Nel suo capolavoro del 1851, Moby Dick, Herman Melville utilizza la dura vita all'interno di una nave baleniera del XIX secolo non soltanto per descrivere le giornate dei marinai e le tecniche di caccia ai cetacei (temi ai quali era estremamente appassionato), ma anche, attraverso i dialoghi dei protagonisti, per illustrare la mentalità dell'epoca verso tematiche scientifiche, filosofiche, religiose e razziali.