Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)Español(Spanish Formal International)
             | 
  • perchè è gratuito
  • perchè puoi partecipare al forum
  • perchè puoi interagire con i tuoi commenti
  • per essere costantemente aggiornato
  • per conoscere e comunicare con gli altri utenti

Scoperte
I delfini di fiume, presenti nei grandi corsi d'acqua fangosi dell'Asia e del Sudamerica, sono tra i vertebrati più rari e minacciati del pianeta. Recentemente la descrizione di una nuova specie nella foresta amazzonica ha destato molto scalpore, ma le bizzarie e le soprese in quello che è lo scrigno della biodiversità potrebbero non essere ancora finite.
I lettori del sito hanno già fatto la conoscenza del discusso zoologo da campo Marcus Van Roosmalen, e di alcune delle specie controverse da lui descritte (qui e qui). Tra queste figura anche un tapiro pigmeo di pianura, che Roosmalen descriveva come più piccolo del noto tapiro del Sudamerica  (Tapirus terrestris), di colorazione nera, apparentemente circoscritto al basso e medio bacino del Rio Aripuana e conosciuto dalle popolazioni locali con il nome di anta pretinho (piccolo tapiro nero).
Anche se non spettacolare, in termini di dimensioni, come i recentemente scoperti varano bitatawa e rinopiteco del Myanmar, l'ultimo arrivato nella classe dei mammiferi, l'olinguito (Bassaricyon neblina), detiene il non trascurabile primato di essere il primo nuovo rappresentante dell'ordine dei Carnivori* descritto nel continente americano dopo 35 anni.
Una recente e importante scoperta zoologica avvenuta nell'area conosciuta come Pernambuco Endemism Centre, facente parte delle riserve della Foresta Atlantica Brasiliana, dimostra per l'ennisima volta l'estrema importanza che una capillare ricerca etnozoologica, unita al lavoro dei biologi da campo, può rivestire nella salvaguardia di specie molto rare in via d'estinzione non ancora conosciute dalla scienza.
  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  Succ. 
  •  Fine 
  • »
Pagina 1 di 2