Flash News

Tu sei qui

Quando lo zio Sam credeva allo yeti

in caso di yeti consultare queste istruzioni :-)
Notizie

Quando lo zio Sam credeva allo yeti

un singolare documento dagli Archivi di Stato americani
di Lorenzo Rossi - Gio, 22/09/2011 - 19:00Qui si parla di
in caso di yeti consultare queste istruzioni :-)

Un documento governativo ufficiale che regolamenta la "caccia" allo yeti tra due nazioni può sembrare fantascienza, ma è esattamente ciò che è emerso dagli Archivi Nazionali americani...

Un carteggio ufficiale datato al 30 novembre 1959 e firmato da Ernest H. Fisk dell'Ambasciata americana a Kathmandu, è un vero e proprio vademecum con le linee guida da seguire nel caso in cui una spedizione americana si fosse imbattuta nel leggendario animale:

Ci sono al momento, tre regolamentazioni applicabili soltanto alle spedizioni sullo yeti in Nepal. Queste regole vanno osservate in aggiunta alle 15 elencate in Spedizioni Scientifiche e Alpinistiche in Nepal
Ernest H. Fisk
  • Una tassa di 5.000 rupie indiane dovrà essere versata a sua Maestà del Governo del Nepal per il permesso di condurre una spedizione alla ricerca dello yeti.
  • Nel caso lo yeti sia incontrato potrà essere fotografato o catturato vivo, ma non dovrà essere ucciso o ferito ad eccezione di casi di emergenza di difesa personale. Tutte le fotografie scattate all'animale, catturato vivo o morto, dovranno essere consegnate al Governo del Nepal il prima possibile.
  • Novità e segnalazioni che gettano luce sull'effettiva esistenza della creatura dovranno essere inviati al Governo del Nepal appena disponibili e in alcun modo diramate alla stampa e televisione per motivi pubblicitari senza il permesso del Governo del Nepal.

L'articolo originale può essere consultato a questo link

Consigliati